Il nuovo anno scolastico e la linea del 20 di Bortolato

1 Thought

Di solito noi maestre consideriamo che l’anno nuovo inizi con l’arrivo di un nuovo anno scolastico ed è per questo che il titolo di questo post è proprio anno nuovo.

La scuola è ricominciata da circa un mese e mezzo e le sorprese non si sono fatte attendere. Quest’anno lavoro con le classi prime ed è stata una vera e propria emozione vederli entrare in classe il primo giorno, così come lo sono tutti i giorni che condividiamo insieme. Che dire? La prima… beh… molto impegnativa, ma ricca di grandi soddisfazioni! Ho in mente molte idee che cercherò di trovare il tempo di condividere con chi ne avrà voglia!! Innanzitutto ho deciso di affiancare il metodo tradizionale dell’insegnamento della matematica con l’utilizzo della LINEA DEL 20 del maestro Camillo Bortolato.COP_Strumento-La-linea-del-20-Solo-ordini-diretti-alle-Edizioni-EricksonIl metodo analogico-intuitivo altro non è che la “semplificazione” dei concetti matematici, o meglio altro non è che lo studio della matematica grazie all’utilizzo di analogie. Gli studi sulle neuroscienze hanno dimostrato che le persone interiorizzano il concetto di quantità rappresentandolo come una serie di palline ordinate e che nei bambini, sin da piccoli, vi sia la capacità innata di rappresentazione delle quantità. La nostra mente memorizza e comprende più facilmente serie di cifre ordinate e raggruppate in gruppi di 3. Inoltre è stato dimostrato che l’utilizzo e il potenziamento delle abilità di gnosia digitale (utilizzo delle mani per contare) sia da considerarsi direttamente proporzionale con lo sviluppo delle abilità di calcolo mentale.

La linea del 20 è uno strumento portatile che i bambini utilizzano inizialmente per contare ed è la rappresentazione ordinata di 20 dita; l’utilizzo di tale strumento facilita l’apprendimento dei bambini e consente loro di acquisire capacità di calcolo mentale in modo semplice e divertente. Le attività presenti nel libro, acquistabile presso le edizioni Erickson, si basano appunto sugli studi recenti delle neuroscienze e quindi prevedono l’utilizzo dei pallini per contare. Inoltre i numeri vengono presentati (“La linea dei numeri”) mediante l’uso di immagini gancio che verranno poi utilizzate in altri strumenti di Camillo Bortolato negli anni successivi. L’idea di fondo è quella di partire dal generale per poi scendere lentamente nel particolare e quindi affrontare in un secondo momento, quando i tempi dei bambini lo permetteranno, i concetti astratti della matematica.

In poche parole, come si impara a contare?

1. utilizzando serie di pallini (dots) ordinati;

2. facendo riferimento alle nostre mani;

3. valorizzando il silenzio come momento in cui i bambini immaginano nella loro mente le quantità attraverso pallini ordinati.

Questo metodo a me piace davvero molto ed al momento anche ai miei piccoli alunni!!! Chissà…

Se volete saperne di più:

http://www.camillobortolato.it

http://www.camillobortolato.it/metodo_analogico.aspx?vai_a=2

oppure cercate su you tube perché ci sono un sacco di video che saranno molto più chiari di me!!!

A presto

watFIRMA-1

Share